-->

Petali di Zafferano: Tutti gli Usi in Cucina e non Solo

Petali di zafferano

Lo zafferano oggi è una delle spezie più amate e utilizzate in cucina e non solo. Il grande trionfo dell’oro rosso ha spinto molti ad avvicinarsi alla sua coltivazione e commercializzazione. Gli stimmi sono gli elementi più preziosi di questa pianta ma lo sapevi che anche i petali di zafferano hanno un certo valore e possono essere venduti con successo?

Se vuoi scoprire di più, continua a leggere l’articolo.

Petali di zafferano: le caratteristiche

Quando si pensa al pregio dello zafferano, vengono subito in mente gli stimmi. Delicati e costosi, regalano alle pietanze un sapore intenso ed esotico, un profumo indimenticabile e un colore vivido. Il fiore possiede solo tre stimmi e per ottenere pochi grammi della spezia è indispensabile coltivare centinaia di fiori.

Per questo motivo la coltivazione della spezia non è da considerarsi come un’attività per guadagnare facile. Si tratta di un settore produttivo e soddisfacente, ma naturalmente ci vuole impegno, tenacia e preparazione. 

In tutto questo è però possibile ingegnarsi per sfruttare al meglio il prodotto della terra coltivato con passione. Il fiore di zafferano è molto bello da vedere e può in realtà essere usato in vari modi. 

Coltivare Zafferano per Profitto

 

I suoi colori sono vivaci e indimenticabili. Viola, rosso e giallo si uniscono armoniosamente, creando un’esplosione di sfumature in un periodo inusuale e che viene associato a nuance molto diverse: l’autunno.

Nonostante la sua bellezza, il fiore di zafferano, nello specifico il crocus sativus, non può essere una pianta ornamentale poiché i petali sono molto delicati e sfioriscono in fretta. Inoltre, durante il brevissimo periodo della fioritura, è importante raccogliere gli stimmi, per cui non è fruttuoso dedicarsi a una cultura a scopo ornamentale di questa particolare varietà.

Nonostante ciò, puoi usare i petali in altre maniere.

Petali di zafferano

Essiccazione

Come vengono confezionati e proposti i petali di zafferano?

Prima di tutto bisogna dire che molti produttori hanno pensato che fosse un peccato liberarsi di un elemento della pianta così bello come il fiore, considerato in genere alla stregua di uno scarto.

Oltre a essere piacevole alla vista, il petalo è commestibile, anche se il suo sapore non ha nulla a che vedere con l’intensità indimenticabile offerta dagli stimmi.

Eppure ha un suo valore, e per preservarlo tanti piccoli imprenditori decidono di essiccare i petali al pari degli stimmi e di proporli confezionati per vari usi.

La lavorazione si suddivide in due grandi fasi. La prima è la sfioratura; viene fatta a mano e consiste nel separare gli stimmi dai fiori. Quest’ultimi possono essere adagiati in un contenitore in maniera ordinata e non ammassati, in modo che prendano aria e non si rovinino.

Il secondo step è l’essiccazione vera e propria. I petali vengono messi nei cestelli dell’essiccatore e lasciati a essiccare per 12-18 ore, a seconda del programma scelto.

Perché i fiori vengono essiccati?

Anche se ridotti di volume, i petali essiccati non marciscono o sfioriscono e non perdono la loro bellezza. Il fiore fresco, invece, essendo molto fragile, va incontro al deterioramento in brevissimo tempo. Per questo motivo è importante procedere all’essiccazione con celerità.

Uso in cucina

Come già accennato, i fiori di zafferano sono edibili ma hanno un gusto piuttosto neutro. Il loro valore si lega alla bellezza e quindi all’uso ornamentale in cucina. I petali infatti possono essere usati come guarnizione per molteplici pietanze gustose e chic.

Petali di zafferano

 

Molte tendenze sono dettate dai personaggi più in vista appartenenti a diversi settori e infatti sono stati alcuni chef celebri a usare in maniera originale e raffinata i bellissimi petali di zafferano in cucina. È il caso dello chef Cracco, che in uno dei suoi libri ha dichiarato la sua passione per le ricette con lo zafferano. Proprio lui qualche anno fa è finito sui giornali per aver acquistato in blocco numerosi fiori di zafferano per il suo ristorante.

Ma non bisogna essere uno chef stellato per poter utilizzare questi prodotti in cucina. Puoi guarnire uno spaghetto o un risotto allo zafferano con questi meravigliosi petali, i quali regalano un tocco di colore vivace al piatto e lo rendono unico e di classe.

Questi sono gli usi dei petali di zafferano. Quando si tratta di coltivare e commercializzare questa spezia, nulla dev’essere sprecato e il fiore può rivelarsi un ottimo articolo da vendere a un ampio pubblico. Vuoi approfondire l’argomento? Leggi il libro “Coltivare Zafferano per Profitto” ed entra anche tu nel mondo dello zafferano.



Articoli correlati

Zafferano Abruzzese: la Storia, i Pregi e la Coltivazione
Zafferano Abruzzese: la Storia, i Pregi e la Coltivazione
  Quando si parla di zafferano si pensa ad una spezia esotica che proviene da lontano. Non è errato ma è altrettanto ...
Leggi
Bulbi di Zafferano: Tutte le Caratteristiche e i Costi
Bulbi di Zafferano: Tutte le Caratteristiche e i Costi
  Negli ultimi anni la coltivazione dello zafferano si è fatta strada in molte regioni d’Italia. I fattori climatici ...
Leggi
Coltivare Zafferano: Quali e Quanti Macchinari Usare?
Coltivare Zafferano: Quali e Quanti Macchinari Usare?
  Lo zafferano è una delle spezie più amate al mondo, nonché una delle più costose. Da diversi anni ormai la sua colt...
Leggi

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati