-->

Dado Vegetale Fatto in Casa: un Modo Sano per Insaporire i Piatti

Dado Vegetale Fatto in Casa: Ecco Come Insaporire i Piatti in Modo Semplice e Salutare

Ti sarà sicuramente capitato di voler insaporire una minestra o un risotto in maniera semplice e veloce, con un ingrediente capace di donare intensità e originalità al piatto. Il dado da cucina risponde a questa esigenza ed è facile reperirlo presso un qualsiasi supermercato. Nonostante la sua efficacia, tale prodotto è spesso e volentieri realizzato con componenti artificiali ed elementi di origine naturale di scarsa qualità. Se non vuoi rinunciare a questo esaltatore di sapidità in cucina, prova la soluzione del dado vegetale fatto in casa.

La ricetta non è difficile e si può adattare a qualsiasi gusto e pietanza. Inoltre puoi utilizzare gli ortaggi di stagione del tuo orto per rendere unici e salutari i tuoi piatti. A questo punto ti chiederai: “perché sforzarmi quando posso acquistare il dado in qualsiasi negozio? Dopotutto, quanto male potrà fare?”.

Continua a leggere l’articolo per scoprire la risposta.

Perché scegliere il dado vegetale fatto in casa

Il prodotto che solitamente si trova in commercio, proposto da grandi e piccole aziende, dev’essere utilizzato con molta parsimonia e, in genere, gran parte dei consumatori informati decidono di evitarne l’uso. Questo per alcuni semplici motivi, ovvero gli ingredienti. Essendo un concentrato che ha lo scopo di donare gusto ad una preparazione, presenta al suo interno una serie di componenti che, se assunti frequentemente, possono portare allo sviluppo di disturbi cronici e infiammazioni. Vediamo nello specifico quali.

  • Sale: può essere presente in quantità eccessive all’interno di un dado. Questo elemento molto usato in cucina può portare a ipertensione arteriosa e procurare mal di stomaco. Alcuni marchi negli ultimi anni hanno diminuito la dose nelle proprie ricette, sostituendolo talvolta con il glutammato di sodio, che però può fare altrettanto danno e procurare fastidiose reazioni allergiche.

  • Grasso: anche se recentemente molti marchi stanno riducendo i grassi idrogenati e quelli derivati da componenti animali come strutto e lardo, è indubbio che questo ingrediente sia poco salutare.

  • Ingredienti di scarsa qualità: essendo un prodotto industriale venduto a prezzo economico, il dado molte volte contiene sostanze di seconda scelta, come l’olio di sansa d’oliva, alimento derivato da degli effettivi scarti, raffinati con l’impiego di solventi chimici.

Ma non è tutto. Il dado da brodo, proprio per via dei componenti appena elencati, è poco nutriente e crea dipendenza se usato esageratamente. Inoltre il suo obiettivo principale, ovvero quello di esaltare il sapore delle pietanze, tende a perdere di valore perché in realtà il dado copre la naturale sapidità degli altri ingredienti. Infine non bisogna dimenticare il suo impatto ambientale; il processo di raffinazione di molte sostanze al suo interno è lungo e laborioso e, in più, le confezioni sono difficili da smaltire.

Fortunatamente oggi molte aziende hanno abbracciato la filosofia sostenibile e propongono dadi da cucina biologici, con ingredienti di origine controllata e a basso impatto ambientale. Il problema è che, come altri articoli “green”, il loro prezzo è decisamente elevato. Se usi con frequenza questo esaltatore di sapori, sicuramente acquistarlo abitualmente potrebbe in qualche modo pesare sulla tua spesa.

Eppure la soluzione è ha portata di mano, perché il dado vegetale fatto in casa non solo è facile e veloce da preparare, ma è sano, e a costo zero se utilizzi le verdure che coltivi con passione.

Quello che serve per preparare il dado vegetale fatto in casa

Le ricette per realizzare un buon dado da brodo sono veramente tante ma, di base, gli ingredienti sono comuni e semplici da reperire. Vediamo insieme quello che ti occorre.

Dado Vegetale Fatto in Casa: Ecco Come Insaporire i Piatti in Modo Semplice e Salutare

  1. Ortaggi di stagione: in questo caso puoi veramente sbizzarrirti e scegliere quelli che preferisci. Un consiglio è quello di optare per le verdure stagionali, perché più saporite e salutari. Evita quelle dal gusto troppo intenso come il cavolfiore o i broccoli, che potrebbero risultare eccessivamente coprenti.

  2. Spezie: preparare in casa il dado vegetale ti consente anche di aggiungere un tocco esotico e originale al tuo preparato. Le spezie in ciò sono delle ottime alleate, capaci di regalare alle tue minestre o ai tuoi risotti un gusto orientale e piccante. Le puoi trovare facilmente al supermercato oppure, se preferisci fare acquisti locali o biologici, puoi far riferimento a qualche impresa agricola inserita nel settore. Negli ultimi anni, infatti, in Europa e in Italia è cresciuto l’interesse verso le spezie, in particolare per i bulbi di zafferano, reperibili facilmente grazie ad aziende specializzate come BulbiShop.

  3. Erbe aromatiche: sono in grado di valorizzare il dado, garantendogli un aroma inconfondibile e un profumo unico. Inoltre permettono di diminuire la dose di sale, evitando che le pietanze risultino insipide. Se decidi di utilizzare degli ortaggi estivi, come melanzane e zucchine, puoi abbinarli al basilico; la menta invece si sposa bene con verdure dolci come la zucca e le carote. Il prezzemolo, infine, è molto versatile e può essere aggiunto con successo a qualsiasi composto.

  4. Condimenti: Se la dose di sale può essere diminuita, o addirittura eliminata se si stanno seguendo diete particolari o si soffre di specifiche patologie, non può mai mancare un filo d’olio. A differenza del dado da cucina del supermercato, per quello fatto in casa è bene utilizzare un condimento di qualità. Consigliamo l’olio extra vergine di oliva Il Nutrimento, che è un prodotto italiano e biologico, ottenuto dalle olive tramite frangitura meccanica. È possibile acquistarlo presso l’e-shop Macrolibrarsi.

Dado Vegetale Fatto in Casa: Ecco Come Insaporire i Piatti in Modo Semplice e Salutare

Dopo aver reperito tutto l’occorrente, potrai cominciare a cuocere le verdure tagliate a pezzetti, le erbe e gli altri condimenti in una pentola capiente, senza aggiungere acqua. Terminato questo passaggio sarà necessario frullare il tutto fino a formare una crema densa, che potrai conservare in frigo dentro un contenitore di vetro sterilizzato. Ecco pronto il tuo personale dado di verdure casalingo; quando ne avrai bisogno, ti basterà usare un cucchiaio di questo composto.

Il dado vegetale fatto in casa è una soluzione sana ed economica, capace di esaltare il sapore naturale delle tue preparazioni culinarie. Realizzabile in differenti varianti, è buono e genuino, nonché ricco di sostanze nutrienti utili al tuo benessere.



Articoli correlati

Frullati di Frutta e Verdura: Come Bere in Modo Genuino e Colorato
Frullati di Frutta e Verdura: Come Bere in Modo Genuino e Colorato
I frullati di frutta e verdura sono delle alternative più salutari, ma altrettanto gustose, alle classiche bevande zu...
Leggi
Rimedi Naturali per Digerire: in Cucina con Spezie ed Erbe Aromatiche
Rimedi Naturali per Digerire: in Cucina con Spezie ed Erbe Aromatiche
La dispepsia, o cattiva digestione, è un disturbo piuttosto comune che caratterizza il 20% della popolazione mondiale...
Leggi
Come Conservare la Verdura in Frigo: Alcuni Consigli Utili
Come Conservare la Verdura in Frigo: Alcuni Consigli Utili
Lo spreco alimentare è un’azione, comune a molti, che contribuisce a rovinare l’ambiente, ma non solo: colpisce anche...
Leggi

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati