-->

Sostituti del Latte: 5 Bevande Alternative per gli Intolleranti

Sostituti del Latte: 5 Bevande Alternative per gli Intolleranti

Lo sapevi che circa il 50% degli italiani non digerisce bene il latte? Questo non solo causa disturbi di stomaco ma procura altri sintomi insospettabili come emicranie e irritabilità. L'intolleranza al lattosio è un problema da non sottovalutare e, se diagnosticata, è fondamentale diminuire o eliminare, a seconda dei casi, il latte dalla propria dieta. Eppure questa bevanda è presente in moltissime ricette e, in Italia, è protagonista delle colazioni.

Non temere, esistono dei sostituti del latte che sapranno soddisfarti allo stesso modo per quanto riguarda il sapore e le proprietà benefiche.

Sostituti del latte: perché sono la scelta ideale per gli intolleranti?

Il lattosio è un particolare zucchero contenuto nel latte e nei suoi derivati. Quando arriva nell'intestino tenue, l'enzima chiamato lattasi ha il compito di dividerlo e permettere all'organismo di digerirlo. Molte persone però, specialmente adulti, hanno una carenza di questo enzima e perciò non riescono a digerire il lattosio. Sono gli intolleranti. 

L'intolleranza viene suddivisa in più categorie a seconda della causa che scatena la mancanza dell'enzima lattasi. Può essere infatti che esso vada a diminuire progressivamente con il passare degli anni, e quindi essere una conseguenza naturale della crescita. In questo caso è definita intolleranza genetica primaria.

Può capitare invece che l'enzima scarseggi a seguito di una malattia infiammatoria dell'intestino. Seguendo una dieta temporanea che elimina latte e derivati, è possibile recuperare i livelli normali di lattasi. Questa è chiamata intolleranza transitoria.

Infine è stata individuata l'intolleranza al lattosio congenita, dove l'enzima lattasi manca ancor prima dello svezzamento.

Tutti e tre questi casi prevedono l'adozione provvisoria o definitiva di un'alimentazione priva di latte e derivati. Molti cibi ne presentano tracce al loro interno e per questo sembra difficile riuscire a programmare una dieta ricca, sana e gustosa senza latte. Grazie alla progressiva sensibilità verso l'argomento e all'aumentare degli individui con intolleranze, oggi sul mercato è possibile trovare molti sostituti del latte. Con questo articolo vogliamo presentarti i più apprezzati e ricchi di proprietà.

Scopriamo allora insieme le 5 bevande alternative al latte per gli intolleranti.

Bevanda di soia

Sostituti del Latte: 5 Bevande Alternative per gli Intolleranti

 

Tra le bevande vegetali più conosciute è apprezzate c'è quella alla soia. Questo legume è molto versatile e si presta a tantissime preparazioni; esiste infatti anche la farina di soia, la salsa e la "carne", molto utilizzata dai vegani. Per produrre il conosciuto "latte" di soia, i semi del legume vengono prima essiccati, macinati, poi macerati e bolliti.

Al gusto non è particolarmente dolce ma la sua delicatezza si presta a tutti i palati e la sua composizione oleosa la rende ottima per la realizzazione di panna, creme e besciamella. 

Oltre a questo, la soia è ricca di proprietà utili all'organismo. Poco calorica e povera di carboidrati, è ideale per tenere sotto controllo il colesterolo e inoltre, essendo priva di glutine, è adatta anche ai celiaci.

Contiene molte vitamine del gruppo A, B e E e previene l'osteoporosi. Più leggera del classico latte animale, è certamente una sua ottima alternativa. 

Pur avendo molte qualità, questa bevanda è sconsigliata se:

  • hai un tumore o l'hai avuto in passato
  • hai problemi di tiroide
  • soffri di sindrome dell'intestino irritabile

Bevanda di riso

Il "latte" di riso è la seconda bevanda alternativa al latte più conosciuta e venduta in Italia. Visto le controindicazioni legate al consumo eccessivo della bevanda di soia, in molti la alternano a quest'altro alimento sostitutivo del latte.

Nato come semplificazione di una bevanda giapponese, l'Amazake, il latte di riso contiene riso, olio di riso, acqua e sale; ingredienti semplici che lo rendono un alimento ideale per gli intolleranti. Dal gusto particolarmente dolce, si ottiene dalla macinazione dei chicchi e dalla loro conseguente cottura e macerazione. Il prodotto finale viene infine filtrato per risultare omogeneo. Il suo sapore dolce lo rende perfetto per torte e biscotti e, nonostante abbia poco valore nutrizionale rispetto al latte animale, è ricco di proprietà.

Ottimo per chi soffre di patologie cardiovascolari, aiuta a contenere i valori di colesterolo e permette di regolarizzare intestino e colon.

Se vuoi inserire la bevanda di riso nella tua dieta, puoi provare Rice - Bevanda di Riso Light di Isola Bio. La trovi presso l'e-shop Macrolibrarsi.

Nonostante la sua digeribilità, bisogna alternarla ad altre bevande perché:

  • contiene meno sostanze nutritive del latte vaccino
  • contiene molti zuccheri semplici che alzano la glicemia, quindi controindicati per chi soffre di diabete
  • è povera di calcio quindi non particolarmente adatta a bambini, donne in gravidanza e anziani

Bevanda di miglio

La bevanda di miglio è meno conosciuta di altri sostituti del latte ma è certamente una valida alternativa che porta benefici all'organismo. 

Questo cereale è povero di grassi e ricco di proteine e fibre ed è ottimo per chi soffre di colesterolo alto. Molto digeribile, aiuta la diuresi e stimola la produzione di cheratina, che contribuisce alla salute dei capelli e delle unghie. Da molti è considerato un rimedio naturale alla candida ed è ltretutto un importante ricostituente, contenendo infatti le vitamine E, B e A.

Con questa bevanda puoi preparare moltissime ricette come budini, panna cotta, pancakes e gelati.

Da evitare o moderare se:

  • si soffre di allergia al nichel
  • si hanno problemi di tiroide

Bevanda di avena

Sostituti del Latte: 5 Bevande Alternative per gli Intolleranti

 

Povero di grassi e ricco di fibre, il latte d'avena è ricco di antiossidanti che contrastano l'invecchiamento cellulare ed è un utile sostituto del latte vaccino. Apprezzato e venduto in molti punti vendita bio e anche nei supermercati, il suo sapore delicato lo rende particolarmente versatile e abbinabile a svariati ingredienti. 

Ipocalorico, può essere usato nelle diete dimagranti e, in aggiunta, favorisce il movimento intestinale. 

Ricco di acido folico, aiuta la produzione di globuli rossi e mantiene equilibrato il colesterolo. Grazie alla vitamina B9, è consigliato per prevenire l'anemia.

Modera o evita il suo uso se:

  • sei allergico al nichel 

  • soffri di celiachia

Bevanda di farro

Tra le bevande alternative al latte, quella di farro è la più ricca di calcio. Il suo sapore è leggermente più gradevole del latte di soia e la sua consistenza delicata e cremosa lo rende un ingrediente ideale per creme e torte.

Privo di lattosio e colesterolo, contiene magnesio e potassio, nonché una buona quantità di proteine, vitamina A e B. Ideale per gli sportivi e per chi soffre di osteoporosi, ha anche un basso indice glicemico.

Da moderare o evitare se:

  • soffri di intolleranza al glutine o sei celiaco
  • soffri della patologia del colon irritabile

Questi sono i sostituti del latte più conosciuti e apprezzati, valide alternative che sapranno arricchire i tuoi piatti e rendere più gustosi i tuoi pasti.

 



Articoli correlati

Come Digerire Bene: 5 Consigli per Ritrovare la Serenità a Tavola
Come Digerire Bene: 5 Consigli per Ritrovare la Serenità a Tavola
Il nostro organismo ogni giorno si attiva per assorbire i nutrienti da quello che ingeriamo ed eliminare allo stesso ...
Leggi
Alimentazione e Umore: Esiste un Legame tra Intestino e Cervello?
Alimentazione e Umore: Esiste un Legame tra Intestino e Cervello?
Ansia e depressione sono condizioni che si manifestano con una facilità impressionante in una società come la nostra,...
Leggi
Invecchiamento Cellulare: Erbe e Spezie che lo Combattono
Invecchiamento Cellulare: Erbe e Spezie che lo Combattono
Quando si superano i trent'anni, ci si comincia a spaventare di fronte a qualche capello bianco, a piccole rughe d'es...
Leggi

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati